Oggi, 15 ottobre si tiene un evento a New York, in cui Google presenta le sue novità. Per le 16, ora italiana, verranno svelati i nuovi Pixel 4. Nella presentazione ”Made by Google”, saranno svelati dettagli su Assistente Google, nella speranza nell’aumento della performance.

Quali novità oggi oltre ai Pixel?

Partendo proprio dai Pixel, possiamo affermare che ci saranno due versioni differenti nelle dimensioni, il più tascabile da 5,5” pollici e il più ”scomodo” da 6,3” pollici. La fotocamera, con un aggiornamento dovrebbe avere uno zoom ottico nel secondo obiettivo, novità assoluta della doppia cam per la casa Google, visto che ha sempre puntato maggiormente sulla questione software.

Su questi due nuovi modelli di Pixel, probabilmente potrebbe esserci la funzione sblocco tramite volto, che potrebbe funzionare anche quando viene posato su qualsiasi superficie. Il sensore potrebbe sbloccare delle gesture senza toccare lo schermo, come il cambio della musica.

Spostandoci sulle altre novità, sappiamo degli aggiornamenti importanti. Partiamo da Assistente Google: la nuova versione è in grado di compire più funzioni, in particolare  nella categorie ”conversazioni e messaggistica”, dando precedenza a quelli più urgenti.

Pixel Buds
La nuova versione potrebbe avere qualche miglioramento nel design, che nel modello precedente rendeva difficile l’inserimento nell’orecchio e cosi risolvere anche un problema della resa del suono.

Pixelbook Go
Google ha puntato fin da subito sui portatili. Il Pixelbook più recente è ormai di qualche anno fa, lasciando pensare che questa categoria fosse ormai abbandonata. Le cose non stanno così infatti oggi, dovrebbe esser presentato un nuovo portatile da 13 pollici che si potrebbe chiamare Pixelbook Go. Dal nome ci si aspetta laptop piuttosto semplice e leggero, pensato per essere economicamente vantaggioso.

La famiglia Nest potrebbe avere aggiornamenti su due fronti .Nest Mini: piccolo ed economico. Il nuovo modello dovrebbe avere un sistema per appenderlo al muro risparmiando spazio. Dall’altra parte il Nest WiFi il sistema di router per accedere a Internet mediante le connessioni wireless. Dovrebbe essere composto da un router principale, che funziona da base, a cui si possono aggiungere router più piccoli per estendere la copertura del WiFi in più parti della casa.

Insomma oggi Google ha l’intezione di sorprendere l’intero mercato mondiale, mostrando di non temere i competitor.