Riappaiono gli SMS ma Google li rilancia in un versione nuova con un innovativo protocollo denominato Rich Communication Services (Rcs). La sfida con WhatsApp è ufficialmente aperta. La funzione dei 2.0? Si riassume con una sola parola: multimedia senza limiti. E se si aprisse anche una guerra con Telegram?

Google ha già immesso il nuovo protocollo in Francia e Regno Unito, dove le compagnie telefoniche supportano gli SMS 2.0. Presto in tutta Europa con il nome ”Chat”.

sottotitolo: Chat VS contro il trio WhatsApp, Telegram ed iMessage?

Per creare Chat, Google si è ispirata ad iMessage, anche se non in modo apertamente dichiarato: l’obiettivo è quello di dare vita ad un ambiente riservato, in cui gli utenti Android possono entrare in contatto, parlando così tra di loro.

Come tutti i progetti anche questo ha un grosso problema: manca la crittografia end-to-end, lo standard sicurezza su tutte le applicazioni. L’azienda Mountain View sta cercando una soluzione, in caso contrario porterebbe portare il progetto al fallimento immediato.

Il  lancio avvenuto da pochi mesi ha già registrato, nonostante la mancata sicurezza un enorme successo; Google Play segnala che almeno 1.221.833 utenti l’hanno scaricata, con una media recensioni abbastanza alto, parliamo di 4,3 stelline su 5.

L’app supporta notevolmente meglio la navigazione “full gesture” in arrivo con Android Q: la super sottile linea orizzontale, sancisce il punto da cui iniziare lo swipe per tornare alla Home o aprire il multitasking. Così si apre il binomio perfetto tra Chat e i Pixel di casa Google. L’uso della stessa app risulta così fluida e nitida all’utente per la sua interfaccia, permettendo di mostrare il contenuto dell’app sottostante.

 

Fonte: https://www.hdblog.it/2019/07/22/google-messaggi-assistant-lock-screen-sms-rcs/