IPTV: "eclissi" non esiste più, ora WhatsApp riporta il servizio agli utenti

Con l’arrivo nel mondo IPTV della pirateria, l’ambito della Pay TV è cambiato radicalmente, perdendo tanti utenti che hanno scelto proprio la soluzione illegale. Il risparmio ha infatti coinvolto tantissime persone in giro per il mondo, le quali hanno infatti scelto di trasgredire le regole.

Tutti possono infatti avere a disposizione tantissimi canali provenienti da piattaforme come Sky, DAZN e molte altre che dominano il panorama della TV a pagamento. I prezzi si aggirano intorno ai 10 euro al mese e infatti è proprio tale aspetto che ha convinto il pubblico. Anche coloro che mai e poi mai avrebbero pensato di infrangere la legge, di fronte a tali prezzi non ci hanno pensato due volte. Da qualche settimana però un’operazione in congiunta da parte della Guardia di Finanza avrebbe oscurato tantissimi server, anche se in molti riferiscono che tutto è tornato alla normalità.

Per le migliori offerte Amazon, ecco il nostro canale Telegram ufficiale con tanti codici sconto gratis. Clicca qui per entrare subito.

 

IPTV: gli utenti possono vedere di nuovo tutto grazie al passaparola su WhatsApp di queste ultime ore

Quando le Fiamme Gialle hanno smantellato migliaia di server in giro per l’Europa, tutti gli utenti sono rimasti fregati. Ora però cantano vittoria proprio perché tutto sarebbe ritornato disponibile. L’IPTV infatti è tornata a funzionare grazie al passaparola su WhatsApp.

I gestori dei server hanno infatti diffuso con l’app di messaggistica i nuovi codici che hanno quindi ridato la vita al mondo della pirateria. Ora è lecito chiedersi se tale situazione durerà o se si tratta solo di un periodo.