IPTV: nuovo abbonamento gratis per Sky ma ci sono alcune cosa da sapere

L’IPTV è stato, è e chissà se sarà ancora la fonte di approvvigionamento principale per tutte quelle persone bramose di accedere ai canali a pagamento della tv italiana senza un regolare abbonamento. Il business dello streaming illegale in passato ha riguardato più di due milioni di individui.

La scelta del pezzotto è motivata da una ragione economico. A differenza dei reali pacchetti di Sky, DAZN e Netflix, il pezzotto offre tutto alla modifica cifra di 10 euro al mese.

 

L’IPTV smantellato e segnale oscurato: partono multe salate per gli utenti

Se sino a qualche mese fa era la normalità imbattersi in gruppi che sponsorizzavano l’IPTV ora su Telegram, ora su WhatsApp, ora le cose sono cambiate. Il cosiddetto pezzotto è entrato in un occhio del ciclone dato che le autorità sono intervenute per smascherare gran parte della rete criminale.

La Guardia di Finanza, in prima battuta, con un’operazione internazionale ha arginato in parte il fenomeno dello streaming illegale. In molte case degli italiani il segnale di trasmissione è stato spento ed inoltre sono partite delle sanzioni a dir poco pesanti, dal valore minimo di 30mila euro, contro i trasgressori.

Considerati quelli che sono gli attuali rischi, il nostro consiglio è quello di stare alla larga da ogni forma di trasmissione IPTV. Per risparmiare è meglio attenersi alle offerte certificate di Sky o di altre pay tv come Netflix e DAZN.