whatsapp

Considerata la mole di pubblico presente su WhatsApp, gli sviluppatori della chat sono chiamati ad un lavoro molto impegnativo per garantire sempre i più alti standard di sicurezza. Nel corso del recente passato la piattaforma è stata bersagliata da numerosi hacker. Il principale obiettivo dei cybercriminali è sempre quello di rubare informazioni private di migliaia di utenti.

WhatsApp, è ritornato l’SMS killer che ruba i dati degli utenti

Riprendendo le indiscrezioni riportate da numerosi siti internazionali, nelle scorse settimane è tornato a girare sul web un classico SMS killer legato a WhatsApp. Il testo si concentra in poche righe e recita la seguente formula: “Saluti da WhatsApp! Il tuo numero di telefono non è registrato su questo dispositivo. Clicca sul link per attivare il numero di telefono”. 

Come plausibile, il messaggio è corredato da un link sul quale sono chiamati a cliccare le vittime designate. Utilizzando quello che è un vecchio trucco del mestiere i malintenzionati cercano di penetrare negli smartphone di sprovveduti utenti al fine di rubare dati riservati. Inutile dire che questo tentativo di phishing è altamente pericoloso.

Leggi anche:  WhatsApp: utenti supplicano per il trucco che legge chat segrete dal partner

Qualora qualcuno di voi lettori dovesse ricevere un SMS del genere, il consiglio è quello di cancellare subito il messaggio. A tal proposito c’è da sottolineare una cosa molto importante: a meno che non si sia all’intero di una fase di registrazione del profilo, WhatsApp per nessuna ragione invia SMS diretti agli utenti.