caricare-smartphone-di-notte

Caricare lo smartphone di notte è ormai un’abitudine di gran parte dei consumatori; si tratta di una comodità soprattutto per quelle persone che devono uscire presto la mattina o devono stare fuori tutta la giornata.

In commercio ci sono tanti modelli di smartphone per soddisfare qualsiasi esigenza, ma la batteria è una delle cose principali che i consumatori vanno a controllare prima di acquistarne uno; insomma, sembra proprio che rimanere senza batteria sia un problema di gran parte degli individui.

Eppure, secondo varie ricerche caricare lo smartphone di notte non è una cosa così positiva per la batteria stessa e, in alcuni casi, anche per il corpo umano; eccovi svelati tutti i dettagli a riguardo.

Ecco perché non bisogna caricare lo smartphone di notte

Gli smartphone prendono sempre di più una rilevanza maggiore giorno dopo giorno perché si tratta di strumenti che permettono di effettuare innumerevoli operazioni; cercare un luogo, effettuare un pagamento, scambiarsi la propria posizione…insomma, sono tutte operazione che è possibile fare in un attimo con il proprio dispositivo.

Proprio per questo motivo, tutti i possessori cercano sempre di spostarsi con il proprio smartphone completamente carico e, spesso, la carica avviene di notte; purtroppo però, non si tratta di un bene per la batteria stessa.

Lasciare il dispositivo mobile in carica tutta la notte significa sforzarlo ad effettuare più di una carica; perché dopo il raggiungimento del 100%, lo smartphone effettua delle mini ricariche che a lungo andare danneggiano la batteria. In alcuni casi, invece, i possessori ricaricano la notte il proprio dispositivo sul mobile vicino il letto; è assolutamente sconsigliata questa azione perché in questo modo il corpo umano assorbe tutte le radiazioni del dispositivo in carica.
E’ consigliato, infatti, utilizzare la modalità aerea oppure spegnerlo.