sim-clonate

In giro per web, ormai, è diventato sempre più comune imbattersi in centinaia e centinaia di truffe. Queste ultime, che spesso colpiscono grazie alla distrazione degli utenti, hanno un solo scopo ovvero spillarci quanto più denaro possibile.

Bisogna quindi essere molto attenti a non condividere eccessive informazioni su se stessi sui propri profili social poiché sono questi ultimi la prima fonte di dati da cui i Cyber criminali raccolgono informazioni sulle vittime.

Spesso, nelle ultime settimane, abbiamo sentito parlare di molteplici truffe telefoniche, truffe bancarie e truffe relative al  phishing ma, ad oggi, queste ultime sono state sostituite da una vecchia truffa rivisitata che colpisce le sim degli utenti. I truffatori, infatti, attraverso le informazioni raccolte sui profili social delle vittime, clonano le sim di queste ultime. La novità dei questa truffa, soprannominata Sim Swap Scam, sta però nel fatto che attraverso queste SIM i malintenzionati riescono facilmente ad accedere al conto bancario online della vittima. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

SIM Swap Scam: ecco come i truffatori accedono ai conti bancari clonando le le SIM

Anche se il processo per clonare una SIM risulta essere abbastanza lungo e tortuoso, i truffatori non si perdono d’animo. Dopo aver raccolto un gran numero di informazioni sulla vittima designata, questi ultimi avviano una pratica per lo smarrimento della SIM. Così facendo, quindi, una volta ricevuta la nuova sim a casa i truffatori potranno utilizzare il numero telefonico della vittima per richiedere una password temporanea cosi da accedere al conto online di quest’ultima.

Difendersi da queste truffe però non è poi così difficile poiché quando il tuffatore attiverà una nuova SIM la vostra verrà disattivata e capirete subito che qualcosa non va. A quel punto quello che vi consigliamo di contattare immediatamente il vostro operatore e la vostra banca per capire cosa sta succedendo e per bloccare qualsiasi operazione.