WhatsApp: nuova multa da 300 euro per gli utenti TIM, 3, Wind e Vodafone

C’è sempre molta confusione sulle notizie relative alla sicurezza in WhatsApp. In queste settimane abbiamo passato in rassegna diverse voci per la chat di messaggistica istantanea.  Se una gran parte di sviluppatori ed addetti ai lavori è certa della bontà delle norme per la privacy attualmente in uso, alcuni rumors interni alla stessa squadra di WhatsApp hanno acceso l’allarme. Secondo queste voci, in chat sono ancora presenti pericoli rilevanti quali malware e spyware.

 

WhatsApp, ecco il motivo per rinunciare all’immagine di copertina

Non ci sono solo le conversazioni. Un grado di attenzione parimenti alto deve essere tenuto anche per la foto profilo.

In chat sono presenti ancora delle contraddizioni a dir poco nitide. In modo del tutto opposto da Instagram, WhatsApp consente ai suoi utenti la possibilità di visualizzare a schermo intero l’immagine copertina altrui. Di pari passo, allo stesso tempo, ogni utente ha la facoltà di effettuare screenshot nascosti delle stesse foto.

Tali dinamiche hanno portato alle estreme conseguenze il problema dei profili fake. Ancora nelle ultime settimane, il furto d’identità è stato denunciato da migliaia di utenti.

Onde evitare guai con la propria immagine copertina la soluzione è quella di nascondere la foto. Nella sezione Privacy del menù Impostazioni si può impostare la visione della foto ai solo contatti in rubrica. In questo modo, eventuali sconosciuti non avranno accesso a foto personali.