WiFI-GratisUna nuova rete WiFi mette sotto pressione gli operatori italiani. Irrora un segnale digitale che consente a chiunque di connettersi ad Internet ed alle applicazioni senza limiti e senza costi. In Italia lo Stato ha deciso per l’ammodernamento digitale, ora dotato di un’infrastruttura nazionale in grado di regalare Internet anche a chi non può o non vuole pagare per avere le offerte 4G con TIM, Wind, Tre, Vodafone, Iliad e gli altri operatori. Nasce la nuova idea di connessione a costo zero, voluta dal Governo e concessa da Infratel con la nuova piattaforma WiFi Italia. Ecco che cosa sta succedendo in moltissimi Comuni italiani.

 

WiFi Italia: addio offerte e rinnovi 4G, rimodulazioni, costi fissi e limitazioni spariscono dopo la creazione della nuova rete nazionale gratuita

Location come gli Stati Uniti vantano ampie infrastrutture di contatto con la rete Internet gratuita. Zone come parchi, piazze e fermate dei bus si popolano di hotspot in grado di garantire connettività illimitata e gratuita a chiunque disponga di un telefono. In Europa si progredisce secondo i nuovi piani infrastrutturali che, seppur indietro rispetto alle aree d’oltreoceano, compiono un severo passo in avanti per l’upgrade dei servizi.

Leggi anche:  WiFi Gratis: ecco chi naviga senza pagare in Italia

Oltre 7500 Comuni partecipano ai bandi di gare per l’accaparramento degli investimenti voluti per la crescita in digitale del Paese. La prima rete di accesso libero concede una solida struttura portante ed un’applicazione necessaria per l’autenticazione al servizio. La possono scaricare tutti, siano utenti Android che iOS. Si effettua il login ed in un attimo si è subito online fino ad una velocità massima di 30 Mbps. Chi ha scelto operatori come Kena Mobile oppure ho. mobile non noterà alcuna differenza in termini di velocità ma avrà l’indiscutibile vantaggio di risparmiare fino a 13 euro al mese. Tutto viene a costare 0 euro per sempre.

Per il momento si offre copertura in determinate zone ed esclusivamente per gli smartphone. Ma, tra non molto, il supporto verrà esteso ad ulteriori amministrazioni vincitrici di bando ed a dispositivi come notebook e Personal Computer. Ulteriori aggiornamenti a breve.