android-auto

Da più di 5 anni, ormai, Android Auto rappresenta il sistema operativo per eccellenza utilizzato su milioni di automobili in tutto il mondo. Recentemente il servizio intelligente offerto da Google si è aggiornato alla versione 4.6 introducendo una marea di innovazioni importanti tra cui un interessante restyling grafico che, di fatto, ha completamente riorganizzato l’interfaccia e l’esperienza utente. 

La nuova versione, infatti, permette a tutti gli utenti di Android Auto di utilizzare il servizio offerto in maniera molto più rapida e molto più facile. In questo modo, quindi, Google è finalmente riuscita a ridurre al minimo l’utilizzo del proprio smartphone durante la guida. Nonostante ciò, però, con la nuova versione da poco introdotta i cellulari continuano ad essere necessari per poter usufruire di alcune funzionalità offerte dal servizio. Per questo motivo, quindi, a quanto pare il colosso della Mountain View sta seriamente considerando l’idea di eliminare definitivamente l’app di Android Auto dal Play Store. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Android Auto dice addio all’app, ecco cosa cambierà

Sin dal suo primo lancio, il sistema operativo per auto offerto da Google ha sempre avuto come obiettivo principale quello di ridurre al minimo l’utilizzo del cellulare mentre si è alla guida. Con la versione 4.6, quindi, finalmente Android Auto è riuscito nel suo intento ma, purtroppo, l’applicazione su Smartphone continua ad essere necessaria per avviare il sistema.

Leggi anche:  Bollo Auto: la speranza è l'ultima a morire, le novità sul suo Addio

All’interno del codice sorgente dell’app, però, alcuni sviluppatori di 9to5Google hanno scovato alcuni messaggi importanti che sembrerebbero annunciare un’addio all’app. Ecco di seguito il testo scoperto:

“Android Auto è ora disponibile solo per i display delle auto. Sul tuo smartphone prova invece la modalità di guida offerta dall’Assistente di Google” e ancora “La modalità guida di Google Assistant sostituirà Auto per i telefoni dopo %s. Provala subito.”