VPNLe VPN, le cosiddette reti private virtuali, vengono utilizzate dagli utenti che sfruttano le IPTV per accedere illegalmente a Sky e Mediaset Premium, la prassi è divenuta con il tempo molto comune, ma cerchiamo di capire assieme cosa lega due acronimi di per sé molto differenti tra loro.

L’utente in genere sceglie di sottoscrivere un abbonamento ad una VPN per nascondere il proprio indirizzo IP, oltre che mascherare le proprie attività svolte in rete. La rete privata virtuale riesce difatti a creare una sorta di filtro tra il dispositivo ed il server a cui si collega, offrendo così la possibilità di navigare in incognito, grazie anche ad un tunnel crittografato che permette lo scambio di dati senza rischi.

 

IPTV e VPN: ecco perché sono utilizzate assime

Le VPN sono diventate importanti per gli utenti che utilizzano le IPTV, in quanto ogni canale delle suddette è rappresentato da un link diretto ad un server, dal quale poi parte la trasmissione del video. Non nascondendo l’IP, in un qualsiasi momento è possibile sapere chi vi è connesso, e sopratutto chi sta fruendo del servizio.

Leggi anche:  IPTV, ecco l'intervento della Guardia di Finanza: multe per tutti gli utenti

E’ importante sapere comunque che per accedere ad una buona rete privata virtuale sarà necessario pagare un abbonamento fisso (su base mensile, semestrale o annuale), dal prezzo variabile. Sono fortemente sconsigliate le soluzioni gratuite, in quanto in primis limitano la banda a disposizione del consumatore, ma soprattutto effettuano attività di profilazione tramite le quali vengono comunque controllate le attività svolte per cercare di fornire la pubblicità più adatta.