BoeingBoeing compie decisamente un balzo nel futuro nella possibile realizzazione di aeromobili di altissima qualità, ma sopratutto dotati di tecnologie che ancora oggi potremmo definire quasi rivoluzionarie, si parla infatti di aerei propulsione nucleare.

L’azienda non sta attraversando un momento particolarmente felice, nel corso delle ultime settimane si è trovata al centro di uno scandalo legato agli incidenti che hanno causato la morte di oltre 346 passeggeri. Le cause del disastro sono state finalmente svelate (le trovate qui), Boeing ha comunque promesso un corposo risarcimento a tutte le famiglie, oltre 140’000 dollari a testa.

Pur essendo veramente dispiaciuti per quanto accaduto, è arrivato il momento di guardare avanti, i nuovi progetti aziendali parlano difatti di aerei propulsione nucleare.

 

Boeing: come sarà il nuovo aereo a propulsione nucleare

Il tutto sembra ruotare attorno all’utilizzo di un raggio laser come propulsore interno, cambiando di conseguenza il sistema e la camera d’innesco dei più comuni aeromobili al mondo. Il sistema odierna consta sostanzialmente nel rilascio di elio, deuterio e trizio, assieme a protoni atti ad aumentare la temperatura rilasciando così il calore necessario per attivare e continuare ad alimentare la turbina stessa.

Leggi anche:  Boeing: ecco come funziona il nuovo aereo a propulsione nucleare

Il nuovo progetto, ancora in fase sperimentale, prevederebbe anche l’utilizzo dell’Uranio 238, divenuto nel tempo famoso per lo sfruttamento come catalizzatore per i lanci nello spazio (su navicelle o sistemi a propulsione per l’uscita dall’atmosfera). Si attendono novità in merito, la curiosità che aleggia attorno ad un argomento così spinoso è veramente tantissima, quando riceveremo maggiori informazioni provvederemo a pubblicarle in tempi brevissimi.