VPNLe VPN rappresentano sicuramente la via più breve per accedere tranquillamente alla rete internet, senza doversi preoccupare del proprio indirizzo IP ed in parte anche delle attività svolte. Ad oggi rappresentano il metodo più utilizzato per godere dei servizi illegali delle varie IPTV.

Navigare in incognito è possibile, al netto delle modalità “in incognito” dei vari browser, l’unica via per raggiungere il massimo livello di anonimato è proprio quella che passa attraverso le VPN. Le virtual private network hanno acquisito una certa popolarità proprio per la loro capacità di nascondere gli indirizzi IP degli aderenti al servizio; il metodo utilizzato è davvero semplice da spiegare, consiste nel crittografare lo scambio di dati tra le due parti (server e client), in modo che anche se intercettati risultino essere inutilizzabili.

Leggi anche:  VPN e IPTV: perché vengono utilizzate per Sky Gratis

 

VPN e IPTV: il binomio perfetto che avvicina gli utenti al servizio

L’accesso alle VPN è possibile per mezzo di un abbonamento (da pagare mensilmente o annualmente), in rete sono disponibili anche versioni gratuite, ma sono altamente sconsigliate in quanto non potrebbero fornire il servizio che realmente state cercando. Come visto in passato, infatti, memorizzerebbero i log dei naviganti, cederebbero le informazioni ad aziende terze o addirittura al governo cinese (l’aspetto negativo resta una banda molto limitata).

Al netto di tutto questo, comunque, sono diventate famose grazie alle IPTV; tanti utenti hanno deciso di adottarle poiché ogni canale di una lista non è altro che un link diretto ad un server dal quale parte il flusso video da condividere con il resto dei fruitori del servizio.