IPTV: gli utenti sono in pericolo, multe in arrivo e servizio chiuso

L’IPTV è stato per lunghi tratti dello scorso anno uno degli strumenti favori per quelli italiani che volevano avere Sky senza pagare un regolare abbonamento. Lo streaming illegale ha coinvolto sino a maggio 2019 oltre due milioni di utenti.

La scelta del pezzotto è stata una scelta già che altro economica. A differenza dei regolari abbonamenti Sky, DAZN e Netflix, il pezzotto ha un costo medio che si aggira sui 10 euro al mese.

 

L’IPTV smantellato dalle autorità ed arrivano le multe per tutti i clienti

Favorito dai gruppi in chat prima su Telegram e poi WhatsApp, tanti hanno scelto l’IPTV per la sua potenziale convenienza economica. C’è quindi un evidenza: i milioni di italiani che hanno utilizzato il pezzetto hanno sottovalutato tutti i potenziali rischi.

Leggi anche:  IPTV: operazione eclissi della Guardia di Finanza, ora è tutto chiuso

In questo mese di settembre lo scenario è mutato e non di poco. Le autorità italiane – Guardia di Finanza in primis – hanno inflitto un colpo potenzialmente mortale al business dello streaming illegale. Attraverso molte operazioni internazionali, il segnale tv è stato oscurato per la maggior parte dei dispositivi ed inoltre sono partite multe molto salate verso gli utenti. Le sanzioni raggiungono la cifra record 30mila euro. 

Mai come in questo periodo quindi sconsigliamo a tutti la via semplice dell’IPTV. Sempre meglio affidarsi alle offerte provenienti dal sito ufficiale di Sky o dalle altre piattaforme televisive a pagamento.