Gli smartphone sono sempre più utilizzati e sviluppati, ma l’argomento di cui tutti discutono in queste ultime settimane è il loro livello di sicurezza; le aziende telefoniche cercano sempre di tutela la privacy degli utenti, ma non sempre il risultato riscontrato è positivo.

Ci sono tantissimi cyber criminali capaci di hackerare uno smartphone prendendone il possesso senza farsi scoprire dal reale proprietario, ma fortunatamente ci sono alcuni metodi che permettono di scoprirlo.

Ecco come scoprire se il proprio smartphone è intercettato

Per scoprire se il proprio smartphone è sotto il controllo di un hacker gli utenti possono seguire i seguenti consigli:

  • Controllare il proprio credito residuo: è bene controllare periodicamente il proprio credito residuo per scoprire eventuali cambiamenti del credito; inoltre, si consiglia di registrarsi al sito ufficiale del proprio gestore telefonico per gestire con facilità il controllo delle chiamate e degli SMS.
  • Inserire la SIM in un dispositivo diverso da quello attualmente in uso: questo metodo è di gran lunga efficace e veloce perché l’utente deve solamente inserire la propria scheda telefonica in un altro telefono per un paio di giorni se non si sente sicuro al 100%.
  • Osservare lo smartphone: anche osservare il proprio dispositivo è di grande aiuto e, spesso, ci sono problemi se si spegne e si accende da solo o si illumina casualmente; in questi casi possono essere eventuali bug, ma è meglio accertarsi che non si tratti di altro.
  • Controllare lo stato della batteria: un altro particolare che può far capire se il proprio smartphone è sotto il controllo di un hacker è la batteria perché si surriscalda continuamente e si scarica molto velocemente.