windows 10

Ancora una volta i computer con sistema Microsoft Windows 10 sono risultati attaccabili dagli hacker, i quali sfruttano direttamente le falle su Win 10, 8 e 7 per entrare nei PC e prenderne il controllo. La stessa Microsoft ha appena rilasciato un aggiornamento cumulativo per risolvere il problema di sicurezza degli utenti.

La vulnerabilità scoperta riguardava il browser Internet Explorer (nelle versioni 11, 10 e 9), sostituito ormai da Edge, il quale viene ancora usato per comunicare con alcuni programmi utilizzati nelle aziende. Della falla di sicurezza si sa molto poco purtroppo, ma il bug metteva in vetrina tutti i computer Windows potendo:

  • installare programmi,
  • rubare tutti i file multimediali;
  • modificare dati e aggiungere nuovi utenti al controllo del PC.

 

Windows 10 in pericolo: migliaia di utenti rischiano di essere spiati

La vulnerabilità su Windows 10 assume contorni grotteschi se un pirata informatico riuscisse a prendere il controllo di un PC dentro una multinazionale. Installare un malware sarebbe una delle prime azioni dell’hacker, e i danni che creerebbe ammontano a decine di migliaia di euro.

Leggi anche:  Le reti 4G e 5G sono vulnerabili: utenti TIM, Wind Tre e Vodafone rischiano

Secondo Microsoft alcuni pirati informatici hanno già sfruttatola falla di sicurezza convincendo un utente a “farsi aprire le porte” del suo PC. Quando viene chiesto di aprire un link, Internet Explorer non reagiva ad alcun pericolo e dava la possibilità di ottenere i diritti di amministratore di un computer.

Tuttavia Microsoft ha già rilasciato un aggiornamento con patch di sicurezza che risolve la vulnerabilità, ma vi consigliamo di non utilizzare mai Internet Explorer, sostituendolo su Windows 10 con browser più moderni come Opera, Mozilla Firefox, Google Chrome e tanti altri ancora che aspettano di prendere il posto di Edge.