apocalisse

La notizia di un’ipotetica apocalisse circola nel Web da diversi anni. Sono tantissime le fake news a riguardo e periodicamente esce sempre un motivo nuovo per sospettare di una futura ed imminente fine del mondo.

L’uomo ha sempre avuto voglia di conoscere l’ignoto. Sapere infatti quando il mondo finirà è una di quelle domande che lascia un senso di paura misto ad una sete di conoscenza che difficilmente si può tenere a freno.

Anche le antiche civiltà ipotizzavano diverse motivazioni per le quali il mondo sarebbe finito. Molte sono state le profezie negli anni, e sicuramente moltissime ce ne saranno per il prossimo futuro. Pensiamo alle predizioni fatte da Nostradamus, oppure quelle pronunciate dall’antico popolo dei Maya. La più famosa infatti è stata quella che vedeva nel fantomatico 12-12-2012 l’apocalisse globale: maremoti, terremoti, distruzioni, eruzioni di vulcani e tanto altro ancora. La profezia divenne così famosa all’epoca da scatenare un vero e proprio caos mediatico intorno.

Da attente letture si è visto poi però che la fine del mondo sarebbe dovuta arrivare a Luglio 2019, salvo poi un altro errore di traduzione effettuato dagli esperti che vede nel prossimo Dicembre la fine dell’umanità e del Pianeta Terra.

Un’altra profezia di cui vogliamo parlarvi riguarda la città dei miracoli di Medjugorje. Secondo una leggenda Cristiana infatti, la Terra sarebbe prossima alla sua distruzione a causa dei numerosi ed irrecuperabili peccati commessi dall’uomo. Tranquilli, non vi è nulla di ufficiale in ciò, ed è stato prontamente smentito tutto ufficialmente anche dalla Chiesa Cattolica.

Leggi anche:  Apocalisse e profezie: le novità sulla Fine del Mondo dei Maya ed Ezechiele

E’ però lecito pensare, con tutte le orribili vicende che stanno accadendo negli ultimi tempi, se una qualche sorta di “fine del mondo” non sia già cominciata: terremoti frequenti, scioglimenti dei ghiacciai, il buco dell’ozono che si allarga, la foresta amazzonica che brucia. Tuttavia ci sentiamo di non alimentare tesi sulle cospirazioni o fake news a riguardo. La maggior parte degli orribili scenari che stiamo osservando, avvengono a causa della stupidità e dell’ingordigia dell’uomo.

Apocalisse: la profezia a cui (quasi) tutti hanno creduto

L’ultima teoria che prendiamo in esame è contenuta all’interno del Libro della Genesi ed è stata pronunciata da Ezechiele. Il profeta, nel Testo Sacro, afferma che l’incipit della fine di tutto avrebbe combaciato con il ritorno della vita nel Mar Morto.

Una bizzarra coincidenza vede, in una scoperta effettuata dal fotoreporter israeliano Noam Bedein, proprio tale situazione realizzata. Negli scatti del fotografo si notano dei pesci vivi che nuotano nelle acque del Mare del Sale. Tutto il mondo ha creduto che un reportage simile avrebbe sconvolto le carte in tavola su ciò che credevamo fosse possibile, ma in realtà con il tempo tutto è stato smentito. Voi siete a conoscenza di qualche altra news su una nuova previsione di fine del mondo? Fatecelo sapere nei commenti.