truffe

I tentativi di truffe ai danni dei clienti Unicredit, Intesa SanPaolo e BNL sono aumentati di diversi punti nel corso di questi ultimi mesi. Non è stato raro, infatti, ricevere diverse email contenenti messaggi allarmanti in relazione al proprio conto corrente o SMS dall’aspetto strano che sembravano esser stati inviati dai maggiori istituti bancari. Come ben noto, l’operato dei cybercriminali non sembra andare mai in pausa ed è proprio per questo motivo che le truffe continuano a circolare online come se non ci fosse alcun problema… per fortuna, però, BNL, Unicredit e Intesa SanPaolo assicurano i loro clienti in tutti i modi possibili.

Basta alle truffe: attivare il mobile token è la scelta più opportuna

Tutti e tre gli istituti bancari appena citati tengono particolarmente alla sicurezza della propria clientela e al fine di salvaguardare al 100% quest’ultima hanno deciso di introdurre il Mobile Token. 

Leggi anche:  Truffe Unicredit e Intesa Sanpaolo: niente più rischi per i clienti

Già disponibile da diverso tempo (per i clienti Intesa è diventato obbligatorio quest’anno), il Mobile Token non è altro che la sostituzione della classica chiavetta generatrice di One Time Password. Esso si attiva sullo smartphone del cliente e funziona solo per lo stesso. Cosa permette di fare? Di autorizzare tutte le operazioni, di avere sempre sotto controllo ogni movimentazione, ma soprattutto di garantire la riuscita del log in sulle home banking solo se ne è in possesso.

Senza altri giri di parole, il mobile token non è altro che la risposta ai diversi tentativi di truffe e sicuramente il mezzo più idoneo per difendersi da eventuali soprusi.