dvb t2 decoder

La tecnologia cresce sempre di più e gli individui sono sempre più attratti da questo mondo tecnologico che si sta sviluppando. Una grandiosa novità di cui tutti parlano è il nuovo standard di connessione, il 5G, che presto arriverà anche in Italia grazie alle aziende telefoniche Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia.
Con questa nuova connessione sarà possibile terminare numerosi progetti sia in ambito tecnologico, sia industriale che medico; grazie al suo sviluppo sarà possibile godere di un nuovo standard di digitale terrestre: il DVB T2.

DVB T2: svelati tutte le novità sul nuovo standard di digitale terrestre

In Italia tutti coloro in possesso di una televisione presto abbandoneranno le frequenze 700 MHz per introdurre il nuovo standard, il DVB T2; purtroppo però, non tutte le TV saranno capace di supportarlo per via della sua potenza.

Leggi anche:  DVB: RAI e Mediaset cambiano frequenze con il nuovo DVBT2

Infatti, i consumatori che non saranno in possesso di una televisione idonea dovranno affrontare una nuova spesa per acquistarne una nuova; in alternativa, possono risparmiare acquistando un decoder di ultima generazione e adattarlo alla vecchia TV.

Il nuovo standard di digitale terrestre sarà introdotto il primo Luglio 2022, ma le televisioni cominceranno ad abbandonare le frequenze 700 MHz a partire dall’1 Settembre 2021; in particolare:

  • Dal primo di Settembre 2021 si inizierà con le regioni: Lombardia, provincia di Bolzano, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto e provincia di Trento;
  • Dal primo di Gennaio 2022: Campania, Valle d’Aosta, Umbria, Lazio, Toscana e Liguria;
  • Dal venti di Giugno 2022: Calabria, Sicilia, Marche, Puglia, Molise e Abbruzzo.