IPTV chiude definitivamente: ora tutti rischiano una multa da migliaia di euro

Da quando esiste, l’IPTV non ha fatto altro che portare benefici agli utenti che hanno sottoscritto un accordo e problemi alle grandi aziende. Il mondo Pay TV, quello legale, ha fortemente risentito dell’arrivo di questa nuova declinazione del mondo della pirateria.

Fin dai primi anni 2000 sembra essere infatti questo il metodo più incisivo nella storia della Pay TV fuorilegge. L’IPTV riesce a soddisfare tutti visti anche i contenuti inclusi negli abbonamenti a basso prezzo. Tutto è possibile visto che alcuni truffatori hanno ideato sistemi in grado di rubare i flussi video a Sky e alle altre aziende. Ora però sembra che un duro colpo sia stato assestato al mondo della pirateria, con tanti sequestri e multe.

Per avere le migliori offerte di Amazon con tanti decoder legali, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per avere tutte le offerte del giorno e tanti codici sconto gratis. 

 

IPTV: la Guardia di Finanza ha sequestrato tante piattaforme pirata sgominando fino a 50 milioni di utenti in un sol colpo

La notizia è di questa settimana: tutte, o quasi, e piattaforme IPTV in Europa sono state chiuse in un sol colpo. Molti utenti in Italia riferiscono di non avere più a disposizione il servizio illegale, il quale è ora fermo.

Il merito è della Guardia di Finanza che ha chiuso oltre 50 milioni di piattaforme beccando 700 mila utenti in flagrante. Questo ha comportato dunque uno stato di agitazione generale che probabilmente mai prima d’ora era stato percepito.