Al giorno d’oggi, avere una connessione internet ovunque si vada è divenuto essenziale anche nelle più piccole faccende. Non si può restare senza telefono – anche se portarlo sempre con sé potrebbe non essere molto positivo per la nostra salute – e questo implica necessariamente l’utilizzo di traffico mobile.

Durante quest’anno, però, è arrivata la novità che tanti paesi attendevano: il MISE ha finanziato la creazione di una rete di hotspot in moltissimi comuni italiani, per poter fruire della connessione Wi-Fi gratuita.

Il progetto è stato chiamato Piazza Wi-Fi Italia, e ha preso le mosse inizialmente da un primo investimento strutturale sui 136 comuni di Lazio, Umbria, Abruzzo e Marche colpiti dal sisma nel 2016. A fronte di un nuovo investimento di oltre 40 milioni, si è potuto estendere il progetto ad altri comuni italiani, a partire da quelli al di sotto dei 2000 abitanti.

Leggi anche:  WiFi Gratis ed illimitato: addio al 4G di TIM, Wind Tre, Vodafone, Iliad

Piazza Wi-Fi Italia, la rete Wi-Fi che unifica la penisola

Il progetto, rientrante nella precisa ottica di dare una scossa forte al contesto socio-culturale anche dei comuni più piccoli, è stato approvato lo scorso gennaio. La realizzazione degli hotspot in questione è terminata in moltissimi comuni, tanto da poter trovare una mappatura completa sul sito ufficiale del progetto. Inoltre, anche quelli che possedevano già una propria connessione Wi-Fi cittadina, possono inviare richiesta di rientrare nella mappatura del progetto compilando un modulo presente nell’apposita sezione del sito.

Connettersi è facile e veloce: basta scaricare l’app wifi.italia.it sul proprio smartphone ed effettuare la prima registrazione. Dopo il primo login, non sarà più necessario autenticarsi e ogni volta che ci si trovasse in prossimità di un hotspot, la connessione andrebbe in automatico.