asteroidi

Gli asteroidi che costellano la galassia e l’universo sono innumerevoli: diversi nelle dimensioni, nelle forme e nelle conformazioni, essi percorrono le loro rotte lontani dalla Terra passando inosservati. Non è, invece questo, il caso di QV89 e Apophis che, a differenza degli altri meteoriti, hanno due rotte molto invasive e che comprendono delle porzioni di spazio proprio accanto al nostro pianeta.

Nel corso dei decenni, quindi, questi due asteroidi attraverseranno il Sistema Solare “sfiorando” la Terra più e più volte e, alla divulgazione di tale evento, non possiamo nascondere che sono nati dei dubbi in molti utenti. Per fortuna, grazie ai dati ufficiale della NASA e l’ESA, colmarli è un gioco da ragazzi.

Asteroidi alla riscossa: ecco la verità su QV89 e Apophis

I due meteoriti, come si può immaginare, viaggiano in solitaria e ciò comporta che essi percorreranno le loro rotte in tempi diversi e momenti diversi. Il primo che passerà accanto alla Terra è QV89, il quale effettuerà ben 3 viaggi nel corso della sua vita: nel 2032, nel 2045 e nel 2062. Tale asteroide attraverserà il sistema solare con una distanza di 6,4 milioni di chilometri dalla Terra e le probabilità di impatto sono molto basse: risalgono solo ad 1 su 7000.

Leggi anche:  Vulcani: un'eruzione potrebbe causare la fine del mondo in poco tempo

Apophis, il secondo dei due asteroidi, invece, fenderà l’universo in due date: 2029 e 2068. Sebbene la prima sia più vicina a noi, quella che incute un po’ di timore nella NASA e l’ESA è la seconda data poiché vi è la preoccupazione che qualche campo gravitazionale, nel tempo, possa modificarne la rotta. Apophis, infatti, attraverserà il Sistema Solare con una distanza di soli 31000 chilometri da noi. Nonostante tutto, per ora, le probabilità di impatto risalgono a solo 1 su 100000.