spacex-starship-orbitale-elon-musk-nasa-razzi-luna-marte-700x400

SpaceX non sta perdendo molto tempo ora che il suo Starhopper ha completato i test. La compagnia ha presentato una richiesta di autorizzazione per le comunicazioni FCC che, come confermato da Elon Musk, si prepara al volo di prova della nave stellare “classe orbita”.

Il veicolo volerà molto più in alto rispetto ai test effettuati precedentemente, ma comunque ben al di sotto del limite dello spazio. La Starship raggiungerà un’altitudine di 20 chilometri (l’ultimo test era con altitudine di 149 metri) prima di tornare alla stessa piattaforma di atterraggio utilizzata durante i test precedenti. Quindi non è un vero test orbitale, ma è chiaramente molto più vicino agli obiettivi di SpaceX.

SpaceX continua il “viaggio” verso Marte

L’annuncio della FCC arriva pochi giorni dopo dall’apparizione in rete di alcune indiscrezioni sulla vicenda. Si diceva che la FAA stava effettivamente concedendo a SpaceX l’autorizzazione ad espandere la sua struttura di lancio di Boca Chica per motivi di lancio di Starship. Inoltre, la società non ha cercato di nascondere i suoi lavori di costruzione sul veicolo di qualità orbitale.

Leggi anche:  Evitato scontro fra satelliti ESA e SpaceX di Elon Musk: cosa è successo

Lo stesso Elon Musk ha accennato a un evento di aggiornamento del 28 settembre che potrebbe sfoggiare il veicolo spaziale completato. Il veicolo sarà pronto per il lancio ad ottobre, forse già il 13. È un ciclo di test abbastanza rapido, ma SpaceX è chiaramente sotto pressione per andare avanti. La compagnia spera di lanciare il suo primo volo commerciale Starship nel 2021. Dunque, ciò non lascia molto tempo sia per completare il veicolo spaziale sia per dimostrare che può consegnare in modo affidabile carichi utili in orbita.