Google Calendar: come risolvere il problema degli eventi spamGoogle Calendar, un gravissimo bug è incluso nel servizio dell’azienda di mountain view, secondo quanto pubblicato da Independent oltre 1 miliardo di utenti sono potenzialmente a rischio a causa di un problema riguardante l’invio di inviti.

E’ notizia di questi giorni un bug di Google Calendar, la falla permetterebbe ai criminali virtuali di aggiungere automaticamente degli inviti al Calendario. In questo modo l’ignaro consumatore riceverebbe la notifica a schermo, cliccandola si verrebbe indirizzati verso una falsa pagina nella quale inserire i dati personali e finanziari. L’utente inconsapevole darebbe così in pasto tutte le proprie informazioni a persone tutt’altro che con buone intenzioni . La falla era già stata scoperta nel 2017, ma secondo quanto comunicato solamente ora Google ha deciso di mettere mano al problema.

 

Google Calendar: il commento di Darktrace

Il Country Manager di DarktraceCorrado Broli, commenta così: “siamo in un’era in cui siamo ormai tutti diffidenti verso le mail ricevute nella propria casella di posta elettronica. I messaggi di posta indesiderata sono una cosa, ma la notifica di Google Calendar è una cosa inaspettata con meno probabilità di far scattare l’allarme”.

Tutte le applicazioni software, anche le più utilizzate, sono a rischio nonché le più vulnerabili. Darktrace invita i clienti a prestare attenzione al phishing ed allo spoofing (invio di messaggi fasulli da contatti fidati), l’intelligenza artificiale assumerà un ruolo di primaria importanza per monitorare le vulnerabilità che vengono continuamente sfruttate, oltre che essere una funzionalità da mostrare al pubblico”, questo il commento di Corrado Broli sulla vicenda.

Leggi anche:  Gmail si aggiorna: addio errori grazie all'intelligenza artificiale

Ad ogni modo prestate attenzione alle notifiche di Google Calendar, nell’attesa che venga messa una pezza alla vicenda da parte dell’azienda di Mountain View.