estinzione dinosauri

L’estinzione dei dinosauri è comunemente accreditata all’impatto di un gigantesco asteroide arrivato sulla Terra circa 66 milioni di anni fa. Il sito della catastrofe è stato individuato a largo dello Yucatan in Messico, ma si crede che a sterminare i grandi abitanti di quel periodo siano stati piuttosto gli incendi, gli tsunami, un’aria irrespirabile dovuta allo zolfo che oscurava il Sole e la conseguente glaciazione.

D’altronde era questo lo scenario del pianeta subito dopo l’impatto, e la conferma è arrivata da uno studio coordinato da Sean Gulick dell’Università del Texas, pubblicato sulla rivista dell’Accademia Americana delle Scienze (PNAS). Il team di geologi sono arrivati a questa conclusione analizzando con rigore scientifico gli strati di rocce raccolti dal sito d’impatto dell’asteroide.

 

Estinzione dinosauri: non è stato solo l’asteroide a ucciderli tutti

Per fare questo c’è stato bisogno di perforare il suolo alla base del cratere di Chicxulub, sepolto sotto la penisola dello Yucatan, tirando su i materiali prelevati scavando i tra i 500 e i 1.300 metri di profondità. Con questo metodo è stato possibile risalire a quanto accaduto entro le prime 24 ore dall’evento che ha condannato a morte il 75% della vita del pianeta.

Leggi anche:  Distruzione della Terra: svelata la causa dell'estinzione dei dinosauri

Come detto, l’impatto dell’asteroide ha bruciato per migliaia di chilometri ogni cosa che ha incontrato, uccidendo subito migliaia di dinosauri. Ma molte altre specie sono scomparse nei giorni e settimane successive, poiché l’esplosione ha scagliato in alto materiali piroclastici che poi sono ricaduti sul terreno con una pioggia di sedimenti che in un solo giorno ha raggiunto i 130 metri di altezza.

Nell’oceano si è creato un enorme tsunami che ha raggiunto l’entroterra fino all’Illinois, mentre l’impatto vaporizzò i minerali del cratere, liberando in atmosfera almeno 325 miliardi di tonnellate di zolfo che oscurarono il Sole. La conseguenza fu un raffreddamento globale che causò l’estinzione di massa sul pianeta, sancendo che fu il cambiamento climatico globale e soprattutto lo zolfo a far sparire i dinosauri.