dvb-t2-decoder

Il DVB T2 è il nuovo standard di digitale terrestre che permette ai consumatori la visione di nuovi canali e in qualità HD; il suo arrivo è possibile grazie all’installazione delle infrastrutture di rete 5G di Wind, Tim, Vodafone e 3 Italia.

I consumatori avranno a che fare con questo nuovo standard di digitale terrestre a partire dall’1 Gennaio 2020 con il quale potranno finalmente accedere ad innumerevoli vantaggi; purtroppo però, alcuni consumatori dovranno affrontare delle spese; ecco di cosa si tratta.

Eccovi svelate tutte le novità del DVB T2

Secondo le diverse indiscrezioni ricevute, i lavori per il DVB T2 sono già iniziati per dare ai consumatori un servizio di alta qualità nel minor tempo possibile; purtroppo però, non tutte le televisioni (o almeno quelle più datate) sono dotate del codec hevc (lo standard di compressione video) e di conseguenza non sono idonee al DVB T2.

Leggi anche:  DVB T2: cambiare TV diventa obbligatorio dal prossimo anno

Il nuovo standard di digitale terrestre sarà molto potente e alcuni consumatori dovranno affrontare delle nuove spese perché saranno costretti a sostituire la loro televisione con una nuova o in alternativa, adattarla con un decoder di ultima generazione; nel secondo caso perlomeno si potrà avere un notevole risparmio.

Se non si conosce l’idoneità della propria televisione per il DVB T2, è possibile effettuare alcuni semplici e brevi passaggi per scoprirlo; per prima cosa è necessario effettuare una ricerca canali e successivamente digitare quelli di Mediaset e Rai in qualità HD (501-502 e via dicendo) in modo da verificare che il canale digitato riceva la giusta recezione.