controlli fiscali evadere fisco

Negli ultimi mesi, secondo alcune indiscrezioni, sarebbero stati avviati dei nuovi controlli fiscali su decine di migliaia di conti correnti Unicredit e Intesa SanPaolo il cui obiettivo principale è quello di sconfiggere definitivamente l’evasione fiscale. Il Fisco Italiano, infatti, ha intrapreso questa operazione di risanamento per scovare tutti gli Italiani che ogni anno continuano a dichiarare il falso. Per completare questa operazione, quindi, il governo Italiano ha introdotto sul campo un nuovo strumento denominato “Risparmiometro”.

A quanto pare, quindi, i primissimi controlli saranno effettuati sui clienti di BNL e Intesa SanPaolo e, successivamente, partiranno anche quelli dedicati ai correntisti Unicredit. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Fisco: addio evasione fiscale, arriva il Risparmiometro per combattere gli evasori

Alle spalle del nuovo strumento messo in campo dal Fisco Italiano, in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate, si nasconde un potente algoritmo studiato in ogni minimo dettaglio per permettere agli operatori che lo utilizzano di analizzare tutti i movimenti fatti sui conti correnti degli Italiani. Secondo quanto dichiarato dall’Agenzia delle Entrate, quindi, il Risparmiometro analizzerà in breve tempo tutte le entrate e le uscite dei conti correnti selezionati così da poter scovare ogni minima evasione. Con questo strumento, quindi, sarà anche possibile smascherare tutti i correntisti che effettuano un “lavoro a nero”. 

Come tutte le tecnologie utilizzate sul campo, però, anche il Risparmiometro potrebbe trovarsi in difficoltà. Al fine di evitare ogni errore, quindi, è stato deciso che i dati raccolti verranno analizzati due volte in modo tale da permettere un più preciso controllo incrociato. Inoltre per evitare lo scontro con falsi positivi è stata presa la decisione di effettuare ulteriori controlli approfonditi solamente nel caso in cui venga riscontrato uno scostamento pari o superiore al 20% tra le entrate e le uscite.