Amazon

Gli store online sono il nuovo modo di fare shopping 3.0. Dai numerosi siti di e-commerce si può acquistare di tutto: dai prodotti tecnologici al vestiario, dai mobili ai prodotti per l’edilizia. Qualsiasi cosa si possa immaginare, la si può comprare su Internet. Amazon e Ebay, a tal proposito, sono i due siti di riferimento: facili da utilizzare, comodi, veloci e vantano molte funzionalità interessanti, molte delle quali tutelano il cliente in fase di acquisto. Nonostante ciò, però, delle volte si verificano dei piccoli incidenti di percorso (la minaccia della truffa si nasconde sempre dietro l’angolo) che possono mettere in cattiva luce lo store online di riferimento.

Ebay ed Amazon sono diversi, ma condividono lo stesso obiettivo: vendere prodotti online. Mentre il primo tende ad essere più una vetrina per i venditori di terze parti (privati o aziende che siano), il secondo ha un modus operandi del tutto diverso. Partendo dal concetto di vetrina, esso si definisce in gergo “Marketplace”, un nome che richiama in tutto e per tutto la funzione di Facebook che gestisce la compravendita di oggetti usati fra privati con le medesime modalità. L’unica differenza è che il Social Network di Mark Zuckenberg è gratuito, mentre i due store online fanno pagare una commissione per consentire la vendita di prodotti sul sito.

Ebay: come funziona?

Ebay è un e-commerce che si basa su un concetto molto semplice: “ti piace un oggetto? Compralo subito!”. Con questa modalità basta effettuare il pagamento alla cassa (noi vi consigliamo di utilizzare solo PayPal come metodo di pagamento) e procedere all’acquisto. La seconda modalità di acquisto su Ebay è basata sull’asta online. Chi fa l’offerta migliore in un lasso di tempo molto breve, si aggiudica l’oggetto.

Il rischio legato al Web-site è però relativo alla sicurezza per i clienti. Di fatto i consumatori non sono tutelati in nessun modo.

Il consiglio che noi ci sentiamo di darvi è quello di utilizzare PayPal come metodo di pagamento perché il servizio offre una politica di rimborso totale qualora una delle due parti (venditore o acquirente) tenti di realizzare una truffa.

Leggi anche:  Amazon fuori di testa: il trucco che regala i codici sconto

Amazon: quali sono i motivi del successo che spingono gli utenti a preferirlo ad Ebay?

Amazon invece è una multinazionale che basa il suo successo su tre parametri, e tali livelli di riferimento non hanno a che fare con la vendita diretta di prodotti. Ci avreste mai creduto?Il primo modo in cui Amazon guadagna è mediante la vendita di prodotti attraverso venditori terzi. Un’azienda deve pagare una cospicua commissione per essere presente sul noto e-commerce di Jeff Bezos. Inoltre la percentuale aumenta se il colosso americano deve occuparsi anche della logistica dei prodotti dell’azienda. Pensiamo a tutte quelle startup che nascono sul Web, il cui costo di una rete distributiva interna potrebbe mettere in crisi l’andamento finanziario di un intero anno. Grazie ad Amazon invece, la spesa si riduce notevolmente.

Il secondo metodo con cui Amazon guadagna è grazie alla pubblicità online. Basta cercare un prodotto sullo store, per ritrovarsi pieni di pubblicità di Amazon nel Web.

In terza analisi, sono i servizi che Amazon offre, il vero plus dell’azienda. Pensiamo a Prime, Prime Now, Video, Music, Audible e alla miriade di prodotti targati AmazonBasics. E adesso, grazie ad AmazonPantry, si possono anche acquistare alimentari comodamente da casa con il proprio smartphone.

Se non vi abbiamo ancora convinto e non sono ancora chiari i motivi per cui preferirlo ad Ebay, ricordiamo che Amazon consente il reso gratuito entro 30/60/90 giorni dall’acquisto (a seconda del prodotto) qualora l’oggetto in questione non vi piacesse, non funzionasse più o fosse difettoso. Il servizio clienti infine, è sempre attivo, ogni giorno, pronto ad assistervi attraverso la chat, una chiamata telefonica o via mail.