renault problemi motore

La casa automobilistica francese, Renault, continua ad essere la protagonista di numerosi articoli di varie pagine di giornale; purtroppo, il colosso francese sembra essere coinvolto in un nuovo scandalo a causa di vendita di auto difettose.

Molti sono infatti le lamentele dei consumatori che subito hanno segnalato il problema alla casa automobilistica francese anche se con scarsi risultati; purtroppo, Renault ha comunicato che nessun consumatore riceverà un rimborso per le spese di riparazione o dell’auto stessa; ecco cosa è realmente successo.

Ecco cosa è successo ai consumatori che hanno acquistato un’auto targata Renault

Nelle ultime settimane non si fa altro che parlare delle auto difettose vedute da Renault e soltanto il mensile francese QueChoisir ha deciso di andare in fondo alla questione; secondo le ricerche effettuate, i consumatori che hanno segnalato il problema hanno subito tutti il medesimo: un consumo eccessivo dell’olio.

Leggi anche:  Renault: 400 mila vetture rischiano di fondere il motore, ecco lo scandalo

A quanto pare a causare questo problema è il collettore di aspirazione che non riceve abbastanza pressione provocandone la rottura del motore; le vetture colpite sono tutte quelle con motore H5FT a benzina 1.2: Mégane 3, Kangoo 2, Scenic 3, Captur, Grand Scenic 3, Clio 4 e Kadjar.

Purtroppo però, questo problema non interessa soltanto i clienti che hanno acquistato una vettura Renault perché altre note case automobilistiche hanno rimbrandizzato il suo motore; in particolare, si ritrovano con lo stesso problema anche i clienti di Nissan che hanno acquistato uno dei seguenti modelli: Nissan Pulsar, Juke e Qashqai; anche quelli della Dacia in possesso di una Duster, Lodgy o Dokker, e i clienti della Mercedes che hanno acquistato il modello Citan.