controlli fiscali evadere fiscoNon passa il redditometro ma l’attenzione è massima per i controlli del Fisco programmati dall’Agenzia delle Entrate. Non si scappa. Con i nuovi sistemi digitali ogni centesimo verrà conteggiato per i clienti che hanno un conto aperto e carte collegate al circuito Unicredit e Sanpaolo. Sono le prime banche ad essere sottoposte a controllo. Presto toccherà anche ad altre realtà finanziarie, compresa Poste Italiane. Ecco le ultime novità per clienti privati e liberi professionisti.

 

Fisco combatte l’evasione fiscale con controlli a tappeto sui conti degli investitori e dei clienti delle banche

La versione 2.0 del software di indagine sui conti è già stata rilasciata per il Fisco Italiano. Obiettivo della nuova piattaforma è la lotta all’incalzante evasione fiscale. Eventuali truffe ai danni dell’erario verranno segnalate in tempo reale prevedendo misure più drastiche contro le dubbie personalità del mondo della finanza. Cosa che vale tanto per normali cittadini che per grosse aziende legalmente riconosciute.

Il sistema di controllo attivo si basa su cinque elementi di confronto:

  • giacenza media delle singole carte di credito/debito;
  • denaro in entrata;
  • uscite monetarie;
  • saldo iniziale;
  • saldo a fine anno solare.

Grazie a questo sistema lo Stato conto di arginare il fenomeno della truffa legata ai brogli dell’alta finanza e dei lavoratori in nero. L’Agenzia conta di ristabilire la normalità prevedendo un reintegro iniziale di 15 miliardi di euro tramite un’operazione mirata e più incisiva. I controlli verranno estesi ed integrati anche ai processi di fatturazione elettronica già applicati. Stanno dando ottimi esiti e sommandosi a questi ultimi sistemi rappresentano l’arma vincente contro gli evasori.