sim-clonate

Le truffe telematiche sono sempre più sviluppate e il numero delle vittime colpite è aumentato notevolmente negli anni; ad oggi, grazie ad attrezzature all’avanguardia e alla tecnologia avanzata per gli hacker è diventato super facile attaccare i consumatori.

Purtroppo però non si parla soltanto di truffe telefoniche oppure di email di phishing perché gli hacker sono riusciti ad ideare un nuovo subdolo metodo per colpire le vittime; vediamo cosa è successo nello specifico ad alcuni clienti Tim, Wind, 3 Italia, Vodafone e Iliad.

SIM clonate: ecco il nuovo attacco hacker

Lo scopo dei cyber criminale è quello di creare sempre metodi innovativi e all’avanguardia per ingannare le proprie vittime e non essere scoperti; nelle ultime settimane alcuni consumatori che sono clienti Tim, Vodafone, 3 Italia e Wind hanno segnalato problemi con la propria linea telefonica che si è disattivata da un momento all’altro.

Si tratta, appunto, del nuovo metodo di molti hacker che ha come obiettivo quello di clonare SIM telefoniche; nonostante sia una procedura molto complicata, sono in tantissimi i cyber criminali che effettuano questo attacco.

Per far sì che la procedura vada a buon fine, gli hacker devono necessariamente raccogliere più informazioni possibili sulla vittima per poi procedere con la falsificazione dei documenti e avviare una pratica di smarrimento della SIM; in questo modo, riescono a farsi spedire una nuova scheda telefonica con cui accedono anche ai dati personali e ai vari codici di accesso del reale proprietario.

Una volta in possesso dei codici della banca della vittima, per esempio, possono accedere ai servizi online molto facilmente; basta contattare il Servizio Clienti del proprio Istituto di Credito e attraverso il numero certificato richiedere delle nuove credenziali.

Come potete notare, le operazioni da effettuare possono essere innumerevoli dopo aver clonato la SIM della vittima; fortunatamente è possibile riconoscere immediatamente questo tipo di truffa perché la propria scheda telefonica si disattiva da un momento all’altro senza motivo; si consiglia, dunque, di prendere provvedimenti fin da subito per evitare spiacevoli inconvenienti.