pianeti extrasolari super terra

Nuovi orizzonti sono stati esplorati e nuovo scoperte sono state archiviate dall’Agenzia Spaziale statunitense, la quale ha aggiunto alla sua lista di pianeti ipoteticamente abitabili tre nuove scoperte. Individuati grazie al telescopio TESS, i tre pianeti extrasolari, in un ipotetico futuro, potrebbero essere gli stessi che ospiteranno la vita umana.

Ovviamente non si parla di pochi anni, ma di futuri lontani che solo i più fortunati potranno vivere e vedere. Nonostante ciò non si può dire che tutto questo sarà impossibile, visto che l’uomo oramai è proiettato ad infrangere sempre di più i suoi limiti.

Pianeti Extrasolari: ecco quali sono e come sono

I tre esopianeti individuati dalla NASA orbitano attorno ad una stella di tipo spettrale M e nana che è stata denominata TOI-270. Questa si trova ad una distanza pari a circa 73 anni luce dalla Terra e conta ben tre esopianeti.

Il primo analizzato dagli studiosi è stato indicato come una piccola super-Terra (è grande circa 1,2 volte il nostro pianeta) ed è posizionato a poca distanza dalla stella. Purtroppo in questo luogo è impossibile ospitare la vita umana visto che le temperature raggiunte sono troppo sopraelevate rispetto i nostri standard. Gli altri due pianeti extrasolari rimangono due esopianeti sub-nettuniani. Sebbene questa ricerca non abbia portato a casa un vero e proprio risultato, non può essere definita inutile visto che TOI-270 è un obiettivo primario per studi futuri vista la sua risonanza che consente il rilevamento di variazioni dei tempi di transito e consente misurazioni di massa precise e studi dinamici.

Nonostante ciò non bisogna demordere: come indica il nome della stella, sono già 270 gli oggetti di Interesse individuati nell’universo attorno a noi (TESS Objects of Internet).