Google Chrome

La maggior parte dei consumatori di tutto il mondo sceglie per navigare in Internet il browser di Chrome che gli garantisce un ottimo servizio; con il passare degli anni e grazie a innumerevoli aggiornamenti il servizio di Chrome è arrivato a un livello superiore che gli ha permesso di battere quello di Explorer e Firefox.

I consumatori sono molti soddisfatti e non per altro sono più di 2 miliardi gli utenti attivi che quasi ogni giorno utilizzano il browser; i suoi sviluppatori hanno deciso di effettuare un ulteriore aggiornamento per dare agli utenti un servizio ancora più completo.

Google Chrome si aggiorna: ecco la funzione che tutti gli utenti aspettavano

Il browser di Chrome si aggiorna nuovamente introducendo una fantastica novità che tutti i consumatori stavano aspettando: la Dark Mode; modalità scura, in italiano, è uno schema di colori differente da quello standard che ne ottimizza il consumo e ne agevola l’uso del prodotto; il design è molto simile alla navigazione in incognito dove è possibile notare la presenza di testo di colore bianco su uno sfondo totalmente nero.

Leggi anche:  Google Chrome: l'ultimo aggiornamento introduce nuove funzioni

La Dark Mode non è solo una funzione utile per la batteria perché ne permette un notevole risparmio, ma anche un beneficio per la salute dell’essere umano; infatti, gli utenti che attivano questa modalità possono notare fin da subito dei miglioramenti per i propri occhi perché questo schema di colore evita di farli stancare e arrossare.

Per attivarla dalla versione Desktop è necessario selezionare il collegamento con il tasto destro e aprire la finestra proprietà; a questo punto, selezionare la voce collegamento e inserire la seguente formula nel campo destinazione: -force-dark-mode; una volta terminati tutti i passaggi è necessario cliccare su applica e chiudere la finestra proprietà.

Per gli smartphone invece, gli utenti devono aprire la pagina chrome://flags e cercare fra le tante voci la seguente: Android Chrome UI dark mode; una volta trovata è necessario cambiare il parametro Default in Enabled e riavviare il browser.