Samsung

L’azienda Samsung, nonostante il Galaxy Fold non sia ancora in commercio dati i suoi piccoli problemi al momento del lancio, ha deciso di riprovarci nel settore degli smartphone pieghevoli.

Secondo le ultime indiscrezioni infatti, avrebbe avviato un progetto di un nuovo dispositivo pieghevole di seconda generazione. L’innovazione più grande sarà sicuramente la chiusura a conchiglia. Scopriamo i dettagli.

 

Samsung ci riprova con gli smartphone pieghevoli

Nonostante, come anticipato precedentemente, i problemi del Galaxy Fold hanno portato l’azienda sud coreana a toglierlo dal mercato, quest’ultima ha deciso di non mollare e riprovarci con un nuovo modello di pieghevole. Secondo quello che ha dichiarato a Bloomberg una fonte interna del’azienda, Samsung avrebbe già iniziato a lavorare su un nuovo progetto, più precisamente sul successore del Galaxy Fold.

Le prime indiscrezioni sembrano molto interessanti, il dispositivo non utilizzerebbero più le cerniere del fold, ma si piegherebbe a conchiglia, una soluzione che non può che riportarci con la mente ai telefoni con chiusura a consiglia dello scorso decennio. La fonte ha parlato di uno schermo Infinity-O da 6.7 pollici, facendo così scomparire la tacca molto pronunciata del Fold.

Leggi anche:  Whatsapp: imminente l'addio alla celebre app su moltissimi dispositivi

Al design ci penserà l’americano Thom Browne, che probabilmente porterà Samsung alla ricerca dell’equilibrio perfetto tra grande innovazione tecnologia dei pieghevoli di nuova generazione. Il nuovo smartphone sembra essere legato al Fold, secondo la fonte infatti Samsung valuterà con attenzione i dati di vendita del Fold, e se i numeri non dovessero essere sufficienti, l’azienda potrebbe non lanciare mai il nuovo prodotto, ritirandosi così dal mercato dei dispositivi pieghevoli. Al momento Samsung non ha rilasciato alcuna dichiarazione.