truffe postepay

La carta PostePay è sicuramente una delle carte prepagate maggiormente utilizzate nel nostro paese.  Di conseguenza essendo una carta molto diffusa anche fra i meno esperti di Internet e degli acquisti online, la PostePay è diventata un bersaglio facile di Hacker e Cybercriminali il cui unico scopo è quello di azzerare tutto il saldo disponibile utilizzando ogni volta metodi diversi.

A quanto pare, però, gli Hacker hanno trovato un metodo solido con cui riescono ad ingannare facilmente i possessori di PostePay. Stando a quanto riscontrato, la truffa arriva via SMS attraverso i quali i Cyber criminali in questione si spacciano per Poste Italiane. Scopriamo quindi di seguito come difenderci.

Truffe PostePay: ecco come vengono raggirati i clienti Tim, Wind, Tre e Vodafone

In seguito alle recenti truffe telematiche arrivate via Email, i truffatori hanno deciso di spostare il loro operato sugli SMS grazie ai quali riescono ad inviare messaggi praticamente identici a quelli inviati da Poste Italiane ai propri clienti.

Nella maggior parte dei casi il messaggio truffa avvisa l’utente di un ipotetico problema con l’account, spingendo quest’ultimo a cliccare sul link all’interno del messaggio per risolvere il problema. Così facendo gli Hacker riescono ad impadronirsi dei dati relativi alle carte delle vittime, svuotandole successivamente in pochi istanti. 

Per difendersi da queste truffe bisognerà fare affidamento sul proprio giudizio. Molto spesso, infatti, riconoscere questi SMS truffa non è cosi difficile poiché spesso presentano errori grammaticali e ortografici al loro interno. Ricordate inoltre che Poste Italiane non chiederà mai i vostri dati sensibili via SMS ma, bensì, se dovessero esserci dei problemi vi inviterà a recarvi nell’ufficio Postale più vicino.