tnt village chiude

Il regno degli smanettoni è finito, poiché TNT Village ha ceduto alle pressioni degli editori e ha chiuso il sito che distribuiva file torrent di materiale protetto da copyright. Tuttavia c’è una sorta di rivincita dei nerd in tutto questo, visto che all’orizzonte si vocifera sia in preparazione una nuova piattaforma.

Sul sito attuale di TNT Village si legge in un messaggio del team:”purtroppo su decisione di Di Liberto, non imputabile alla nostra volontà e con estremo rammarico, vi informiamo che il sito e il forum sono chiusi.” Sebbene l’Associazione Scambio Etico a capo del sito non esiste più, di cui Di Liberto era titolare, l’eredità del suo lavoro potrebbe essere raccolta presto.

 

TNT Village chiude: fine allo scambio etico di materiale protetto

Per chi non lo sapesse, l’Associazione Scambio Etico catalogava su TNT numerosi file torrent di materiale editoriale non più distribuito ma comunque protetto da copyright, dando la possibilità di fruirne con l’intento di uno scambio culturale. Tuttavia, le regole sul diritto d’autore perdurano e nel 2018 gli editori, con in testa i grandi colossi come Mauri Spagnol, Rai Cinema, Eagle Pictures, Guanda, Garzanti, Longanesi, hanno portato Di Liberto in tribunale.

Tuttavia, i più smanettoni saranno premiati: gli basterà seguire un link al dump dei file torrent di TNT Village fermo al 30 agosto 2019, potendo recuperare i collegamenti magnet dei file scaricati e ora ospitati sui computer di tutti quelli che li hanno condivisi in peer-to-peer. Alla fine TNT Village era solo un archivio di cataloghi, mentre i file hanno sempre risieduto nei vari hard disk che tutti gli utenti usavano per condividere.