Le VPN, ovvero le cosiddette virtual private network, sono reti virtuali che permettono di mascherare le attività svolte da un determinato utente nel momento in cui si collega alla rete internet.

Come pochi di voi sapranno, quando utilizzate una connessione per accedere a siti web, o perché no alle liste IPTV, vi collegate ad un server, il quale vi identifica per mezzo di uno specifico indirizzo IP. I singoli canali IPTV non sono altro che link diretti ad una pagina in particolare, di conseguenza in ciascun momento qualcuno potrebbe capire l’esatta locazione di chi al momento sta usufruendo di tali servizi.

IPTV: le VPN sono la soluzione per mascherare le attività

Una soluzione molto comune nell’ultimo periodo è quella di sottoscrivere un abbonamento pagamento ad una VPN, utile sopratutto per nascondere il proprio indirizzo IP. Lo scopo della rete privata virtuale è proprio questo, impedire che altri utenti possano scoprire le vostre attività, garantendovi in cambio una sorta di anonimato.

Leggi anche:  IPTV con Sky gratis, l'Agenzia delle Entrate rovina tutti gli utenti

In rete è possibile trovare anche abbonamenti gratuiti alle VPN, se vi state avvicinando a questo mondo lo possiamo consigliare, ma ricordate comunque che è prevista in genere una limitazione della banda massima fruibile (quindi non potrete sfruttarli con streaming video o altro), oltre ad una attività di profilazione per la visualizzazione di campagne pubblicitarie create ad hoc (vengono monitorate le vostre attività, per mostrarvi gli spot più adatti).

Tutto questo ricordando comunque che l’utilizzo di liste IPTV, con o senza VPN, per accedere gratuitamente a canali italiani in origine a pagamento è attività completamente illegale.