postepay

La carta Postepay che l’Istituto di Poste Italiane offre ai suoi clienti è sicuramente uno dei bersagli preferiti dagli hacker perché sono tantissimi i consumatori italiani che ne hanno attivata una; gli hacker si divertono sempre ad ideare nuovi metodi per raggirare i consumatori, truffarli e svuotargli l’intero ammontare del conto.

I cyber criminali oramai hanno trovato un metodo efficace per ingannare le vittime sfruttando il noto e affidabile marchio di Poste Italiane; secondo le segnalazioni ricevute, i consumatori sono stati truffati attraverso mail e SMS inviate dagli hacker che si sono spacciati per l’Istituto di Poste Italiane; eccovi svelati tutti i dettagli sui messaggi che potrebbero essere sospetti.

Truffe Postepay: svelato il metodo utilizzato dagli hacker

I truffatori hanno pensato bene di utilizzare il mezzo di comunicazione più diffuso negli ultimi anni, l’email; grazie a delle attrezzature particolari riescono a creare una mail molto simile a quella che invierebbe qualsiasi Istituto inserendo la denominazione di Poste Italiane.

Leggi anche:  Truffe Postepay: i clienti vengono raggirati con SMS e Whatsapp

L’hacker solitamente riesce ad attirare l’attenzione dei consumatori inviando un messaggio che li avvisa di un probabile problema con l’account e li invita a verificare la propria identità effettuando l’accesso; in questo modo, riuscirà ad impadronirsi delle credenziali della vittima e a svuotargli l’intero ammontare del conto.

È importante prestare molta attenzione alla ricezione di queste mail e controllare che il messaggio non contenga errori grammaticali e ortografici che solitamente sono il principale indizio quando si sospetta una truffa; inoltre, è utile scaricare un anti-phishing che rileva i messaggi sospetti e li cancella direttamente.