Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento per il Play Store. Nonostante i miglioramenti e le novità, navigare nel Play Store sarà un po’ più fastidioso nelle prossime settimane, più che altro finché non riuscirai ad abituarti a ciò che accadrà ogni volta che vorrai scaricare un’app.

Con l’ultimo aggiornamento, i video presenti all’interno delle schede di ciascuna app saranno riprodotti in automatico. Non potrai far nulla per fermarli o impedire che inizino. Puoi solo aspettare, ed essere consapevole che sta per partire un video all’improvviso ogni volta che scaricherai un’applicazione. Probabilmente con il tempo diventerà talmente automatico che non ci farai caso, per ora i feedback non sono positivi e siamo in parte d’accordo.

In arrivo nel Play Store di Google la riproduzione automatica dei video mentre scarichi una qualsiasi applicazione

Il lato positivo della medaglia è che i video con annunci non saranno ammessi; gli sviluppatori hanno tempo fino a novembre per soddisfare tale requisito e apportare le modifiche opportune. I video presenti nelle schede del Play Store sono estratti da YouTube; e attualmente i video monetizzati mostrano gli annunci proprio come farebbero in qualsiasi altro luogo. Google afferma che un annuncio per qualcosa di diverso dall’app che un utente sta scaricando potrebbe creare confusione e anche infastidire l’utente. Quindi, a partire da novembre Google non consentirà i video monetizzati sul Play Store.

Leggi anche:  Trenit: torna l'app fa risparmiare e mette imbarazzo a Trenitalia

Si consiglia agli sviluppatori di disattivare la monetizzazione o di caricare un’altra versione del video che desiderano utilizzare, senza pubblicità. Anche se i video che si riproducono in automatico sono fastidiosi, probabilmente sono un’alternativa migliore alle miniature sparse per tutta la pagina a cause di tutti gli annunci monetizzati fino ad ora presenti nella scheda di un’app. Tra l’altro, pare che i video saranno automatici ma silenziosi. Non sappiamo ancora se sia vero o se sia solo una voce di corridoio, ma in caso contrario questo aggiornamento si rivelerebbe una svolta del tutto positiva.