diesel-meglio-elettrico

A differenza di quanto si potrebbe pensare, la lotta tra Diesel ed Elettrico non vede un vincitore del tutto scontato. Nonostante il palese accanimento nei confronti del vecchio carburante da parte di regioni italiane o stati esteri, non sarebbe lui il più inquinante. La promessa di emettere zero emissioni non può certamente essere mantenuta al momento, in nessuno dei due casi.

A rafforzare quanto detto ci pensa poi un importante studio condotto in Germania. Il CES-IFO di Monaco di Baviera ha infatti messo a confronto un Diesel di nuova generazione con un’auto elettrica, ottenendo risultati molto diversi a quelli che tutti noi ci saremmo aspettati. Ovviamente questi tengono in considerazione per i calcoli anche la delicata fase di produzione delle batterie nel caso del motore Elettrico.

Diesel: la nuova Mercedes classe C inquinerebbe meno di una Tesla

E’ evidente che l’Elettrico sia e sarà in un prossimo futuro incentivato rispetto al Diesel. Molti paesi europei hanno infatti già cominciato a bandire il vecchio carburante, nonostante i motori di nuova generazione siano decisamente evoluti e poco inquinanti. Nello studio condotto a Monaco di Baviera si è messa a confronto la nuova Mercedes C220 con la Tesla Model 3, ecco cosa ne è uscito.

Leggi anche:  Diesel: perché rimane in vantaggio rispetto alle auto elettriche

L’ammiraglia del produttore tedesco ha fatto registrare un emissione di CO2 pari a 141 grammi per chilometri, contro i 165 della sua sfidante. Il processo di produzione delle batterie del motore Elettrico è ancora poco ottimizzato e va ad incidere circa 100 grammi nel calcolo finale. Purtroppo poi a questi valori bisogna aggiungere una necessaria manutenzione. Nel caso della Tesla infatti l’accumulatore andrà sostituito ogni 10 anni circa con percorrenze di 15 mila chilometri ogni anno.

Elettrico che sulla carta ancora perde punti rispetto al Diesel, ma sicuramente ha ancora molto margine di miglioramento. Quando la produzione diventerà di massa, si abbatteranno infatti i costi e si affineranno le tecnologie. Solo allora forse si assisterà al definitivo sorpasso sui combustibili fossili.