Arrivano nuove truffe ai danni degli utenti possessori di card prepagate del gruppo di Poste Italiane. Stiamo parlando delle PostePay, nelle due varianti Classic e Evolution, che riescono ad unire praticità, risparmio economico e immediatezza. Purtroppo però il rovescio della medaglia è sempre dietro l’angolo. Di fatto le carte di debito prepagate più famose in Italia subiscono costantemente attacchi da parte degli hacker che tentano di rubare il denaro contenutovi all’interno.

Le segnalazioni ricevute ci hanno permesso di individuare i nuovi mezzi attraverso i quali sile truffe dilagano: parliamo delle e-mail e degli SMS. I risparmi e i soldi contenuti all’interno delle prepagate sono a rischio, vi consigliamo di seguire i prossimi passaggi per evitare di cadere nei tranelli dei malintenzionati.

PostePay: ecco come vengono rubati i soldi all’interno

Le nuove frodi prendono il nome di phishing e smishing. Si tratta della medesima truffa ma con modalità e un mezzo differente. Mentre la prima avviene mediante email, la seconda arriva sui telefonini per mezzo SMS. I messaggi che arrivano ai possessori di PostePay sono molto accattivanti, e non hanno nulla di diverso con i messaggi che arrivano tramite posta elettronica alle vittime.

Leggi anche:  PostePay: le nuove truffe passano attraverso le email e gli SMS

Lo scopo è sempre quello di allarmare l’utente, spingendolo ad aprire il link contenuto all’interno del messaggio. I messaggi e le email si presentano con un oggetto accattivante e un mittente che sembra essere l’Istituto bancario di riferimento, in questo caso, Poste Italiane. Ovviamente si tratta di un fake, e Poste a tal proposito, nel suo sito personale fa riferimento ad un piccolo vademecum su come ci si deve tutelare dalle truffe online. Il nostro consiglio rimanere sempre il medesimo: non cliccate alcun link e non lasciate i vostri dati personali e bancari su siti sospetti o di dubbia sicurezza.