disservizi e rimodulazioni e credito residuo

Nuove truffe si diffondono sulle linee telefoniche degli utenti di tutta Italia, privando questo ultimi del loro credito residuo a seguito di movimentazioni non autorizzate e attivazioni mai richieste. Non capita, infatti, di rado che qualche amico o parente si lamenti del fatto di essere rimasto senza credito nonostante le ricariche appena effettuate e che quindi, sia impossibilitato ad utilizzare la sua offerta a pieno.

Nonostante TIM, Wind Tre e Vodafone potrebbero proteggere i loro clienti più attivamente, questa volta non sono costi nascosti legati ai loro servizi a rubare i vostri soldi, ma bensì degli abbonamenti a giochi e servizi.

Abbonamenti truffa scalano il credito residuo in poche giorni fino ad esaurimento: ecco come bloccarli

È ancora un mistero come effettivamente tutto ciò sia ancora possibile, ma purtroppo è una realtà che circonda la società. Non vi è un vero e proprio modo per attivare questi abbonamenti truffa, ma bensì basta aprire un semplice link sbagliato o  chiudere male una pubblicità per trovarsi una sfilza di servizi a pagamento attivati. Il tutto è chiaramente innocuo quando, al momento dell’attivazione, si è avvisati da un SMS che permette di annullare il tutto. Ma la situazione diventa chiaramente più difficile quando ignari della situazione non si riceve neanche un SMS. 

Leggi anche:  Paypal a rischio dopo Postepay: le truffe svuotano i soldi dal conto

Al fine di tutelare il proprio credito residuo e di mettere un punto a questa faccenda, tutti i clienti TIM, Wind Tre e Vodafone hanno una soluzione in comune che si traduce in richiedere aiuto alla propria assistenza clienti. Così facendo sarà possibile richiedere l’attivazione di un blocco contro questi abbonamenti, la quale non farà attivare mai più dei servizi sulla vostra linea TIM, Wind Tre e Vodafone.