Nel corso della nostra vita possiamo imbatterci in eventi climatici unici e irripetibili, che lasciano nelle nostre menti un senso di smarrimento e perplessità sulle nostre certezze. Tante le domande che permangono nella nostra mente subito dopo e poche le risposte sicure. Nella notte fra il 16 e il 17 Agosto infatti, tutti i cittadini della Sardegna hanno assistito ad un evento paranormale e che ha dell’incredibile. Un corpo luminoso non identificato ha attraversato l’atmosfera della Sardegna.

Dei testimoni hanno documentato tutto con fotografie e Social che sono diventati subito virali. Una nostra fonte afferma che la scia luminosa ha attraversato i cieli poco dopo le 22:30 e ha illuminato l’area sottostante. E’ stata scambiata inizialmente per un razzo segnalatore, ma le ricerche dell’Osservatorio Astronomico della Sardegna hanno evidenziato che si trattasse del passaggio di un meteorite.

Meteorite in Sardegna: cosa dice l’Osservatorio astronomico?

L’Osservatorio ha dichiarato che si trattava del passaggio di uno dei cosiddetti “bolidi”. Per definizione un bolide è uno dei tanti corpi piccoli e ferrosi che, entrando in contatto con la nostra atmosfera, ha provocato il fenomeno che ha lasciato tutti basiti. La velocità a cui stava viaggiando superava i 14 km al secondo e la sua entrata nell’atmosfera terrestre ha fatto che si producesse un’energia pari a oltre 86 tonnellate di tritolo.

Leggi anche:  QV89 e Apophis: le ultime notizie sugli asteroidi in rotta verso la Terra

Fortunatamente però il bolide, essendo piccolo, era di “sole” 4 tonnellate ed era ampio più di 1,4 metri. La sua energia stimata era di 0,1 chilotoni di TNT. Per fare un rapido confronto, la sua potenza distruttiva sarebbe stata 400 volte superiore a quella usata per abbattere le campate del ponte Morandi a Genova.