Nella società attuale si può notare che lo smartphone è diventato un vero e proprio strumento fondamentale; oramai nessuno esce di casa senza portarselo dietro, tutti cercano di non farlo scaricare e l’utilizzo che se ne fa è diventato forse eccessivo.

I consumatori ancora oggi, nonostante siano passati anni e siano stati condotti diversi studi, sono convinti che le radiazioni degli smartphone sono estremamente pericolosi per il corpo umano; queste radiazioni sono rilasciate soprattutto quando il dispositivo mobile è in uso. Cosa dice la scienza a riguardo? Gli smartphone sono realmente un pericolo per l’essere umano? 

Smartphone e radiazioni: svelata finalmente la verità

Le onde elettromagnetiche rilasciate dagli smartphone sono l’argomento principale da tantissimi anni, da quando il primo telefono cellulare è arrivato in commercio; molti scienziati hanno condotto diversi studi a riguardo durante gli anni ma con scarsi risultati; fino ad oggi nessuna analisi ha dimostrato che le onde elettromagnetiche che gli smartphone rilasciano non siano nocivi per il corpo umano, ma non ne hanno dimostrato neanche il contrario.

Leggi anche:  FIFA 20, l'app per vincere premi e controllare il gioco dallo smartphone

Di conseguenza, gli scienziati hanno consigliato ai consumatori di farne un uso minore e soprattutto di non conservarli vicino ad organi vitali come per esempio nella tasca interna della giacca perché rimane posizionato vicino al cuore; consigliano di inserire la modalità aerea durante la notte e di non tenerlo vicino al proprio letto oppure, ancora meglio, di spegnerlo completamente; inoltre, è meglio utilizzare il viva voce durante le conversazioni telefoniche così da non portare il dispositivo all’orecchio e tenerlo vicino la testa.