OpenSignal, società di analisi specializzata nell’osservazione delle reti, ha pubblicato un Report in cui viene analizzata la differenza di disponibilità delle Reti 4G in Italia.

Per condurre la sua indagine, OpenSignal ha anzitutto suddiviso l’intero territorio italiano in tre aree, basando tale suddivisione sulla densità di popolazione. L’Italia è stata così suddivisa in: aree con alta densità di popolazione, aree con media densità di popolazione ed aree con bassa densità di popolazione.

Stando a quanto emerge dal Report, la copertura delle reti 4G in Italia sembra essere piuttosto buona. Gli utenti degli operatori telefonici riescono a collegarsi al 4G più di due volte su tre, ed anche nelle aree rurali (che sono quelle più penalizzate dal punto di vista della qualità e disponibilità del segnale), la copertura è stata garantita per il 71,4% del tempo.

Come si può osservare dall’immagine, la differenza di copertura del 4G è ancora meno marcata nelle aree più popolate, con una percentuale del 80,2% nelle aree mediamente popolate e del 84,4% nelle zone con alta densità di popolazione. I risultati condivisi da OpenSignal, dunque, non mostrano alcun gap tra Nord e Sud dell’Italia, almeno per quanto riguarda la copertura delle reti di quarta generazione.