La quota di mercato dell’iPhone in Europa è scesa del 17% su base annua nel secondo trimestre, secondo i dati di oggi di Canalys. Tuttavia, Apple ha mantenuto la sua terza posizione, dietro a Samsung e Huawei e davanti a Xiaomi e HMD Global.

La società di informazioni di mercato afferma che le spedizioni europee di iPhone sono diminuite da 7,7 milioni nel secondo trimestre del 2018 a 6,4 milioni nello stesso trimestre di quest’anno. Il calo del 17% delle vendite ha visto la quota di Apple nel mercato europeo scendere al 14,1% durante il periodo di 12 mesi.

iPhone, vendite diminuite del 17% in Europa

Samsung è stato il grande vincitore, vedendo aumentare le proprie spedizioni da 15,3 a 18,3 milioni nello stesso periodo. Tuttavia, ciò non significa una buona notizia per la società coreana. Infatti, un enorme pezzo delle sue vendite non erano device top di gamma, ma piuttosto telefoni di fascia media di serie A. E Canalys nota che la società non sembra preoccuparsi di quanti soldi guadagna.

Samsung ha raggiunto una quota di mercato superiore al 40% in Europa nel secondo trimestre, il più alto da cinque anni, con 18,3 milioni di smartphone venduti. Ha lanciato sul mercato un lampo di nuovi dispositivi competitivi, concentrandosi sulla sua serie A. I suoi primi quattro modelli di questa gamma, il Galaxy A10, A20e, A40 e A50, hanno spedito insieme più unità di qualsiasi altro fornitore in Europa.

“Ovviamente Samsung ne aveva abbastanza di perdere quote in Europa”, ha affermato l’analista senior di Canalys Ben Stanton. Per anni, l’attenzione al profitto operativo ha soffocato la sua strategia di prodotto. Ma quest’anno, le catene sono fuori, e riconquistare quote di mercato è la sua priorità assoluta. Il suo successo non è dovuto esclusivamente alla strategia del prodotto.

Leggi anche:  Samsung One UI 2.0: con Android Q arriva la nuova grafica (video)

Samsung migliora le vendite

Samsung ha rapidamente sfruttato i problemi dell’elenco delle entità statunitensi di Huawei, lavorando dietro le quinte per posizionarsi come un’alternativa stabile con importanti rivenditori e operatori. L’Europa mantiene la sua reputazione come uno dei mercati di smartphone più volatili al mondo, pieno di pericoli, ma anche di opportunità.

Huawei ha visto le sue spedizioni scendere del 16% su base annua, in gran parte a causa delle restrizioni alle importazioni negli Stati Uniti. Il compagno cinese Xiaomi sembra essere stato il principale vincitore, vedendo la propria quota crescere di un enorme 48% a 4,3 milioni di telefoni.

Mentre la caduta della quota di mercato dell’iPhone in Europa sarà di qualche preoccupazione per Apple, l’azienda si concentra molto più sulla redditività rispetto alle vendite di unità.

I dati di Strategy Analytics e Counterpoint all’inizio di questo mese hanno mostrato la stessa storia a livello globale: la quota di mercato di iPhone è diminuita, ma Apple ha mantenuto il terzo posto. Apple aveva precedentemente rivelato che le vendite di iPhone ora rappresentano meno della metà delle entrate dell’azienda per la prima volta dal 2012.