Gli abbonamenti telefonici sono all’ordine del giorno e sono il principale motivo per cui i consumatori si ritrovano spesso con il credito residuo completamente azzerato; le segnalazioni ricevute questa volta arrivano dai consumatori che sono clienti Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia che si sono lamentati con il proprio gestore telefonico per capire cosa è realmente successo.

Questa volta non si tratta di costi nascosti di Wind, Vodafone, 3 Italia e Tim ma di servizi telefonici che si attivano automaticamente durante la navigazione in Internet; ecco di cosa si tratta.

Ecco perché il credito residuo si svuota

Sicuramente in molti si ricorderanno delle pubblicità in televisione che sponsorizzavano diversi servizi telefonici a pagamento; stiamo parlando di oroscopo giornaliero, ricezione di notizie di una testata giornalistica ben precisa, di test per scoprire l’affinità di una coppia e via dicendo.

Anche se oggi giorno difficilmente si trova una pubblicità che sponsorizza questi servizi, esistono ancora; oramai si attivano per lo più tramite click sbagliati su banner pubblicitari o durante la navigazione in siti web poco sicuri.

Si tratta di abbonamenti telefonici che hanno un costo settimanale, spesso troppo alto: alcuni arrivano anche a scalare settimanalmente un costo di 8,00/10,00 Euro; inoltre, per attivarsi non hanno bisogno di un reale consenso da parte del consumatore e infatti spesso la vittima lo scopre quando controlla il credito residuo rimasto.

Per scoprire se c’è un abbonamento telefonico attivo sulla propria scheda SIM basterà chiamare il Servizio Clienti oppure accedere direttamente dall’applicazione al proprio account; per disattivarlo invece, il consumatore dovrà recarsi in un centro Store apposito oppure contattare il Servizio Clienti e parlarne con un operatore telefonico.