All’interno di Google Maps sono nascosti vari trucchi interessanti che possono tornar utili nella vita quotidiana. Seppur sia l’app per la navigazione più scaricata, con oltre 5 miliardi di download all’attivo, il software di BigG nasconde molti segreti. Prima di mettervi alla guida, vi consigliamo di dar un’occhiata a queste pratiche features.

Con Google Maps possiamo spostarci agevolmente sia se siamo a piedi, con i mezzi pubblici o alla guida della nostra autovettura. Considerate sempre che in strada bisogna sempre prestare la massima attenzione e limitare le distrazioni derivanti dallo smartphone il più possibile. Grazie a queste 5 funzioni nascoste si può risparmiare tempo, denaro e perché no, anche ci si può anche divertire.

Il primo trucco di Google Maps: le mappe offline

Guidare in assenza di rete 4G o 5G diventa un problema, poiché ne impedisce il corretto utilizzo anche al navigatore di Google Maps. Non essendo un navigatore offline come Sygic, ci si rischia di trovar sperduti nel nulla. Andando invece a scaricare le mappe del percorso che intendiamo intraprendere, a priori prima del viaggio utilizzando la connessione sicura, si potrà esser certi di non rimanere mai “persi” in qualche stradina di campagna o perplessi se imboccare una strada piuttosto che un’altra all’altezza di qualche bivio.

Tappe intermedie

Se dovete raggiungere un punto B partendo da un punto A, potrete impostare “le tappe intermedie” attraverso il comodo tasto virtuale “Aggiunti tappe” e inserire nel tragitto la sosta al benzinaio GPL, alla farmacia, o dove si preferisce.

Parcheggio a prova di “memoria corta”

Quante volte ci è capitato di trovarci in un centro commerciale e dimenticarci di dove abbiamo parcheggiato la vettura? grazie all’opzione “Ricordami dove ho parcheggiato“, Google Maps segnerà il luogo dove è presente la nostra autovettura ricordando il punto esatto della sosta.

Traffico cittadino

Si sa: il traffico non piace a nessuno e può farci perdere tempo, energia e carburante inutile. Con l’applicazione possiamo essere costantemente aggiornati sulle condizioni del traffico in tempo reale. Il software riconoscerà gli ingorghi e ci segnalerà – se presenti – dei percorsi alternativi. 

Il registro di viaggio di Google Maps

Durante un viaggio può capitare di passare da luoghi bellissimi e di non avere tempo di fermarsi. Magari ci si ferma a riflettere dopo giorni ma non ci ricordiamo il luogo. Con il “registro di navigazione di Google Maps” potremo infatti vedere nella sezione “Cronologia” tutte le info utili sui percorsi svolti.