come spiare uno smartphone

Molte persone si chiedono spesso come sia possibile spiare uno smartphone Android senza installare alcun software, e senza che la vittima si accorga di nulla. Per quanto rimaniate scioccati da questa eventualità, sappiate che esistono dei programmi spyware portatili che hanno notevolmente facilitato lo spionaggio dei telefoni cellulari.

Per controllare il telefono della vittima bisogna connettersi da remoto e tutto ciò che serve è la creazione di alcuni comandi base per configurare uno spyware portatile senza installazione.

Tra i tanti programmi disponibili per l’acquisto su Internet, uno dei più efficaci e affidabili è mSpy, il quale ogni anno comanda le classifiche specifiche. Con l’aiuto di questa app, spiare diventa un esercizio tutto sommato a basso costo, poiché ci si può connettere al cellulare della vittima e rintracciare quasi tutto ciò che avviene nel suo telefono, senza nessun rischio di essere scoperti.

 

Android: come spiare uno smartphone con mSpy

È un software multipiattaforma, ovvero funziona sia se lo smartphone è dotato di un sistema operativo Android che iOS, e uno dei maggiori punti di forza di mSpy consiste nel suo algoritmo invisibile. Infatti, l’app nasconde i suoi processi nel sistema operativo del telefono vittima senza che nessuno possa scoprirlo.

mSpy offre in pratica:

  • l’intercettazione di chiamate e SMS,
  • whatsapp,
  • lettura di contenuti di social network,
  • geolocalizzazione in tempo reale,
  • gestione di rubriche,
  • trasferimento furtivo di contenuti multimediali,
  • blocco e controllo remoto,
  • strumenti di tracciamento delle attività.

L’unica limitazione di mSpy consiste che il telefono di destinazione deve essere costantemente connesso ad Internet. Si ricorda inoltre, che non è necessario essere in possesso dello smartphone target per inizializzare la procedura di monitoraggio delle attività. Sullo stesso telefono si possono raccogliere tutte le informazioni che si desiderano standosene a distanza.