La fine dell’esistenza umana potrebbe essere più vicina di quanto sospettato vista la diffusione di tre profezie  che incitano  l’arrivo dell’Apocalisse. Sebbene i tempi previsti per l’accadimento di queste previsioni siano già passati, ancora oggi diversi utenti stanno aspettando qualche segnale che confermi l’arrivo della fine del mondo. Sembra di essere, in poche parole, ad una fase analoga a quella del 12 dicembre 2012, ma in questo caso siamo ignari delle date.

Restando proprio in tema 2012, tra queste tre profezie ne troviamo una degli antichi Maya che prevede nuovamente delle catastrofi naturali. 

L’esistenza dell’uomo è arrivata agli sgoccioli? Ecco cosa dicono i fatti

L’antico popolo mesoamericano non è nuovo al discorso “profezie”. Più di una volta abbiamo sentito parlare dei Maya come dei veggenti sul futuro dell’umanità, ma nonostante l’appoggio che l’antica popolazione mesoamericana  riceve, essa non riesce ad indovinarne una. In ogni caso, secondo quanto previsto  dalla loro versione dei  fatti, l’apocalisse potrebbe giungere fino a noi attraverso alcune calamita naturali in tutto il mondo.

La seconda profezia che parla del termine dell’esistenza umana, invece, proviene dal profeta Ezechiele e dalla Genesi. In questo caso per annunciarla bisogna tornare indietro e riprendere alcuni fatti raccontanti nel libro sacro; in particolar modo quelli riguardanti la distruzione di Sodoma e e Gomorra. 

Le vicende raccontano che prima della distruzione delle due città, la valle del Mar Morto era prosperosa di vita. Solo in seguito a questo avvenimento il lago è diventato così salato da impedire ad ogni forma di vita di sopravvivere. Negli ultimi tempi una foto che riterrete dei pesci nuotare nel lago ha fatto un giro del mondo, portando gli utenti a parlare della profezia di Ezechiele, nuovamente.

Leggi anche:  Ezechiele e Maya: le ultime novità sulle profezie sulla fine del mondo

Infine, la terza ed ultima profezia è la più recente poiché è stata pronunciata a Medjugorje solo lo scorso 25 luglio. Questa teoria è molto vicina alla Fede Cristiana visto che vede come responsabile della distruzione del mondo il peccato. Attraverso quanto pronunciato anche da Don Renzo Lavatori, ci sarebbe però una chance di salvezza che è la preghiera